La Nonna di Beethoven - Favole e Canzoni per Bambini

Lo sapevate che Beethoven voleva fare il calciatore? E che odiava il pianoforte? È incredibile e invece sembra proprio così, divenne un genio musicale grazie alla sua nonna, una donna molto severa, grazie alla quale abbiamo potuto bearci delle sinfonie di Beethoven, dato che non si è mai arresa pur di veder concretato l'incredibile talento del nipote. E così, divenne uno dei più grandi compositori al mondo.

Questa canzone, scritta per partecipare alla trentaseiesima edizione dello Zecchino d'Oro (1993), ebbe prestigiosi autori come Castellano e Pipolo e Augusto Martelli, noto compositore di sigle per cartoni animati, infatti quasi tutte le canzoni di Cristina d'Avena hanno le sue musiche, nonché i programmi televisivi destinati al pubblico dei piccoli. Ancora le ricordiamo e sono tutte molto belle, quindi si può dire che anche lui sia un talento musicale, sebbene genere e stile siano ben lontani dalla musica classica.

Le canzoni dello Zecchino d'Oro sono sempre una rivelazione, perché in sostanza non sono canzonette che intrattengono semplicemente i bambini, non sono sciocche come gli adulti possono pensare, perché i testi contengono sempre un insegnamento o un messaggio, raccontano storie che hanno comunque una morale, e per questo anche i più grandi dovrebbero ascoltarle. Non nasciamo con esperienza e cultura incorporate, abbiamo sempre qualcosa da imparare, a qualsiasi età, ed ascoltare una canzone per bambini può dar molto anche ad un papà e una mamma, che possono divertirsi ascoltandola insieme ai propri figli.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!